Frasi Celebri

Gli insegnamenti di Goethe

 

1- Confidarsi è natura, accogliere le confidenze così come vengono fatte è cultura.

 

2- Chi parla a lungo da solo in presenza di altri senza adulare gli ascoltatori, si rende antipatico.

 

3- Ogni parola che si pronuncia fa pensare al suo contrario.

 

4- Nulla rivela meglio il carattere degli uomini di ciò che essi trovano ridicolo.

 

5- Certi difetti sono necessari all’esistenza dell’individuo. Ci dispiacerebbe se i vecchi amici perdessero certi tratti del loro carattere.

 

6- Le passioni sono difetti o virtù solo se portati all’estremo.

 

7- Il comportamento è uno specchio in cui ognuno rivela la propria immagine.

 

8- Nel mondo si prende ognuno per quello che vale; ma bisogna anche che valga qualcosa.

 

9- Nessuno è più schiavo di colui che si ritiene libero senza esserlo.

 

10- Gli uomini più grandi sono sempre legati al loro secolo per qualche debolezza.

 

11- Pazzi e intelligenti sono ugualmente innocui. I mezzi matti e i mezzi saggi, quelli sono i più pericolosi.

 

12- Il mezzo migliore per sfuggire il mondo è l’arte; il mezzo più sicuro per entrare in contatto col mondo è l’arte.

 

13- Le difficoltà crescono a misura che ci si avvicina alla meta.

 

14- Seminare non è cosi difficile come raccogliere.

 

15- Contenuto senza metodo conduce al fanatismo, metodo senza contenuto a vuoti cavilli; materia senza forma a un sapere faticoso, forma senza materia a vuote supposizioni.

 

16- Ci si conoscerebbe meglio reciprocamente se ciascuno non volesse sempre uguagliare l’altro.

 

17- Non sempre dove c’è acqua ci sono rane, ma là dove si sentono gracidare le rane c’è acqua.

 

18- L’errore è una buona cosa fin quando si è giovani, ma guai a trascinarselo dietro nella vecchiaia.

 

19- Ognuno nasconde qualcosa nella propria natura che, se la ostentasse al pubblico, susciterebbe riprovazione.

 

20- E’ un bisogno della natura che l’uomo talvolta, anche senza dormire, si stordisca. Di qui l’uso del tabacco, dell’alcol e degli oppiacei.

 

21- C’è chi da ripetute martellate contro il muro e crede ogni volta di colpire il chiodo.

 

22- Non importa che la memoria venga meno se, al momento, non viene meno il giudizio.

 

23- Si dipingano due bastoncini, l’uno di rosso l’altro di azzurro, si immergano nell’acqua l’uno accanto all’altro, e sia l’uno che l’altro appariranno spezzati. Ognuno questo semplice esperimento può contemplarlo con gli occhi del corpo; chi lo osserverà con gli occhi dello spirito si libererà da migliaia e migliaia di paragrafi errati.

 

24- Ogni lirica deve essere nel complesso molto sensata, nel dettaglio un po’ insensata.

 

25- Gli indù del deserto fanno voto di non mangiare pesce.

 

26- Chi non presume troppo di sè vale molto di più di quanto non creda.

 

27- Un arcobaleno che sta lì un quarto d’ora non lo si guarda più.

 

28- La fede è un capitale domestico e segreto. Come esistono casse di risparmio e di sovvenzione dalle quali si attinge nei giorni del bisogno per dare ai singoli il necessario, da quel capitale è il credente stesso che riscuote in silenzio i suoi interessi.

 

29- Il vero oscurantismo non consiste nell’impedire la diffusione di ciò che è vero, chiaro e utile, ma nel mettere in circolazione ciò che è falso.

 

30- Dove vien meno l’interesse vien meno anche la memoria.

 

31- Il particolare è subordinato al generale, ma il generale deve adattarsi al particolare.

 

32- In realtà si sa solo quando si sa poco. Col sapere aumenta il dubbio.

 

33- Quando si sa mettere a frutto un buon consiglio è come se si sapesse far da sè.

 

34- Per capire che il cielo è azzurro dappertutto non è necessario fare il giro del mondo.

 

35- La verità è simile a Dio: non si rivela direttamente e dobbiamo indovinarla dalle sue manifestazioni.

 

36- Non basta sapere, bisogna anche applicare; non basta volere, bisogna anche fare.

 

37- E’ meglio lasciare che accadano ingiustizie, piuttosto che rimuoverle commettendo illegalità.

 

38- Si conoscono solo coloro per i quali si soffre.

 

39- Non c’è situazione al mondo che non possa essere nobilitata dall’attività o dalla sopportazione.

 

40- Solo per gli uomini che non sanno produrre nulla, non esiste nulla.

 

41- Perchè si sente continuamente parlare male del prossimo? Tutti credono di rimetterci qualcosa di proprio se riconoscono negli altri il minimo merito.

 

42- Una verità ripetuta perde già la sua grazia, ma un errore ripetuto è assolutamente nauseante.

 

43- Ognuno ascolta solo quello che capisce.

 

44- Se le scimmie riuscissero a provare noia, potrebbero diventare come gli uomini.

 

45- Quando vedo un errore di stampa, penso sempre che qualcosa di nuovo è stato inventato.

 

46- Quel che si inventa si fa con amore, quel che si è appreso, con sicurezza.

 

47- Non sapendo innalzarsi alle cose necessarie, gli uomini si adoperano per ciò che è inutile.

 

48- Tutto è più semplice di quanto si possa pensare e allo stesso tempo più complicato di quanto si possa capire.

 

49- L’oscurità di certe massime è solo relativa: non si può rendere chiaro per chi ascolta tutto ciò che è chiaro per colui che parla.

 

50- Non si arriva mai tanto lontano come quando non si sa più dove si va.

 

 





Per ringraziarti della visita c'è un regalo per te. Un intero VIDEO CORSO GRATUITO per "Comprendere cosa non ti ha ancora permesso di raggiugnere la libertà finanziaria, risolverlo e raggiungere l'abbondanza". Clicca sull'immagine che trovi qui sopra, registrati, segui le istruzioni e scarica il corso completo di 21 video + gli esercizi pratici e tutti gli altri contenuti in regalo che abbiamo preparato per te. Ti aspettiamo!

About the author

Relative Posts

Leave a Reply

Leave a Reply

Your email address will not be published.